Asse terrestre: pensiamo a quanto sia cruciale

L’asse ideale attorno al quale la Terra gira nel suo moto di rotazione, somiglia al perno di una trottola che, piroettando, descrive un cono rovesciato ben visibile quando la trottola sta per fermarsi. Quello riguardante l’asse “ideale” della Terra impiega ventiseimila anni a completare un giro mentre, via via, cambia l’illuminazione del sole sui continenti. Questa inclinazione permette alle creature terrestri una vita gradevole, programmabile, con stagioni che tengono conto del riposo della terra in inverno, del risveglio della natura in primavera, della maturazione di frutti, semi, eccetera in estate, della raccolta, in autunno.

La nostra esistenza si basa da millenni su queste caratteristiche: le coltivazioni, i prodotti spontanei della natura, piante e frutti, grano e bacche, la vita degli animali, dei pesci, dei microrganismi e così via. Una brusca variazione di queste condizioni porterebbe conseguenze disastrose per l’umanità.

terraProviamo adesso a immaginare cosa potrebbe accadere se l’inclinazione dell’asse terrestre cambiasse significativamente.

Man mano che questa aumenta, diventerebbero più ampie le zone calde d’estate e quelle fredde d’inverno, le stagioni sarebbero più estreme con temperature più accentuate. Molte aree del globo diventerebbero inabitabili per il troppo caldo o per il troppo freddo. Le zone desertiche e quelle algide si estenderebbero maggiormente, le differenze tra le correnti calde e fredde causerebbero climi molto variabili e tempeste devastanti. Qualche avvisaglia la stiamo già sperimentando.

Le situazioni estreme si avrebbero se l’asse fosse inclinato, supponiamo a est, fino a divenire orizzontale o, viceversa, a ovest fino a essere perfettamente verticale. La Terra gira attorno al Sole in senso anti orario. Nel primo caso, l’emisfero boreale sarebbe perpendicolare ai raggi del sole, con il polo nord tutto esposto alla luce, caldissimo come e più di quanto sia oggi l’equatore, e aree sempre meno calde, invece, spostandosi verso lo stesso. Mai la notte, sempre luce. La temperatura massima si avrebbe al perielio. L’emisfero australe, invece, mai irradiato dal sole, sarebbe freddissimo con la più bassa temperatura all’afelio. Sempre notte, mai un raggio di luce. Probabilmente nella zona del gran caldo l’acqua evaporerebbe veloce in uno stato di quasi ebollizione e in quella del gran freddo tutto gelerebbe raggiungendo temperature bassissime. Le condizioni di vita sarebbero molto improbabili per non dire impossibili.

Il secondo caso si avrebbe se l’asse si portasse perpendicolare al piano dell’orbita: non ci sarebbero più le stagioni, il sole sarebbe sempre nella stessa posizione rispetto alla Terra e le giornate avrebbero dodici ore di luce e dodici di buio tutto l’anno, ovunque. All’equatore la temperatura sarebbe sempre più calda e verso i poli, si farebbe irrimediabilmente più fredda. Anche in questo caso, cambierebbero le colture, si creerebbero condizioni meteorologiche difficili per le differenze violente di condizioni atmosferiche e la vita molto precaria.

Dobbiamo abituarci all’idea che la vita così com’è oggi, si è potuta sviluppare nel tempo proprio grazie a questa bizzarra disposizione dell’asse terrestre! E naturalmente, dobbiamo essere consapevoli di quanto sia importante l’equilibrio per il nostro pianeta affinché una civiltà come la nostra possa sopravvivere.

Foto 1 Loredana Reppucci

Loredana Reppucci

Scrittrice e Ideatrice del Concorso Letterario Internazionale al femminile “Il Carro delle Muse” – Clicca qui per saperne di più sul Carro delle Muse – Clicca qui per leggere Scienza e Tabù nel suo insieme

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ITALIA POST

Potrebbe interessarti anche:

Una risposta a Asse terrestre: pensiamo a quanto sia cruciale

  1. jesolano strano 6 giugno 2016 a 14:19

    “… Dobbiamo abituarci all’idea che la vita così com’è oggi,si è potuta sviluppare nel tempo proprio grazie a questa bizzarra disposizione dell’asse terrestre! E naturalmente, dobbiamo essere consapevoli di quanto sia importante l’equilibrio per il nostro pianeta affinché una civiltà come la nostra possa sopravvivere.”

    Cavolo come si è dimostrata saggia ed intelligente madre ‘Natura’ ad aver escogitato e promosso tutto questo, a favore di un altrimenti impossibile vita !!!

    Meno male che non è stato l’uomo con tutta la sua vantata (e pavoneggiata…) intelligenza… ad avere pianificato e realizzato il tutto – dato ciò che stà dimostrando di “savoir-faire’… a favore della vita e del se stesso, come specie raziocinante al vertice delle cose !

    Chissà se tutto questo è solo un brutto sogno da cui un bel giorno risvegliarsi… oppure solo il frutto casuale di un antico Big-bang senza causa… a spiegazione razionale del tutto… ?

    Beh… se un qualcuno crede di avere una risposta ragionevole e sensata… perché non farsi avanti a beneficio di tutti gli altri… !?

    Jesolano strano…

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>